Home Blog

Ameca: l’umanoide che stupisce il mondo

0

Ameca è un robot umanoide di ultima generazione sviluppato dalla società britannica Engineered Arts. Presentato per la prima volta a dicembre 2021, ha subito attirato l’attenzione per le sue capacità avanzate e il suo aspetto realistico.

Caratteristiche e abilità:

Ameca è alto 1,87 metri e pesa 49 kg. È dotato di 27 motori che gli permettono di muovere fluentemente le braccia, le gambe, il busto e la testa. Le sue mani sono composte da 24 giunti che gli consentono di afferrare oggetti e compiere gesti complessi.

Il robot è controllato da un sistema di intelligenza artificiale che gli permette di interagire con l’ambiente circostante. Ameca è in grado di riconoscere i volti, seguire le persone con lo sguardo e rispondere alle domande in modo naturale.

Funzionalità e potenzialità:

Ameca è ancora in fase di sviluppo, ma le sue potenzialità sono enormi. In futuro, potrebbe essere utilizzato in diversi settori, come la robotica sociale, l’assistenza sanitaria, l’istruzione e l’intrattenimento.

Un futuro robotico:

Ameca rappresenta un passo avanti importante nel campo della robotica umanoide. Il suo realismo e le sue capacità avanzate ci offrono un assaggio di un futuro in cui i robot saranno sempre più presenti nelle nostre vite.

Considerazioni finali:

Ameca è un robot davvero impressionante che ci fa sognare un futuro in cui la collaborazione tra uomo e robot sarà sempre più stretta.

Cosa ne pensi di Ameca? Ti piacerebbe interagire con un robot simile?

Lascia un commento qui sotto e facci sapere la tua opinione!

Ecco alcuni link utili per approfondire:

Motorola: il futuro è flessibile con lo smartphone che diventa un bracciale

0

Al Mobile World Congress 2024, Motorola ha svelato un concept di smartphone davvero rivoluzionario: un dispositivo che si piega e si avvolge intorno al polso, trasformandosi in un bracciale.

Design e caratteristiche:

Lo smartphone, ancora senza nome ufficiale, presenta un display OLED flessibile da 6,9 pollici. Quando il dispositivo è aperto, offre un’esperienza Android completa come qualsiasi altro smartphone. Ma la vera magia si avvera quando lo si piega: il display si riduce a 4,6 pollici e il dispositivo diventa un bracciale.

In questa modalità “bracciale”, l’interfaccia utente si adatta al nuovo formato, mostrando le informazioni più importanti come l’ora, le notifiche e i controlli per la musica. Lo smartphone può anche essere utilizzato per controllare la domotica o per effettuare pagamenti contactless.

Funzionalità e potenzialità:

Il concept di Motorola è ancora in fase di sviluppo, ma le potenzialità sono enormi. Un dispositivo che si trasforma in un bracciale potrebbe essere utile per diverse attività, come la corsa, il ciclismo o l’utilizzo in palestra. Inoltre, la modalità bracciale potrebbe essere utile per chi ha bisogno di avere le mani libere, come durante la guida o la cucina.

Un futuro flessibile:

Lo smartphone di Motorola è solo un esempio di come la tecnologia flessibile stia aprendo nuove possibilità nel mondo dei dispositivi mobili. In futuro, potremmo vedere sempre più smartphone e altri dispositivi che si piegano, si arrotolano e si adattano alle nostre esigenze.

Considerazioni finali:

Il concept di Motorola è davvero interessante e rappresenta un passo avanti importante nel campo dei dispositivi mobili. Non è ancora chiaro se e quando questo dispositivo diventerà realtà, ma il futuro della tecnologia flessibile sembra davvero promettente.

Cosa ne pensi dello smartphone di Motorola che diventa un bracciale? Ti piacerebbe avere un dispositivo simile?

Lascia un commento qui sotto e facci sapere la tua opinione!

Xiaomi SU7 Max: la berlina elettrica che sfida le supercar

0

Presentata la versione più potente della SU7, con un’autonomia di 530 km e prestazioni da urlo.

La Xiaomi SU7 Max è stata ufficialmente presentata a dicembre 2023, e si posiziona come la versione più potente e prestante della berlina elettrica SU7. Con un design elegante e moderno, la SU7 Max vanta un’autonomia di 530 km nel ciclo WLTC e prestazioni da vera supercar.

Dimensioni e design:

Lunga quasi 5 metri e con un passo di 3 metri, la SU7 Max offre un abitacolo spazioso e confortevole per 5 persone. Il design è elegante e moderno, con linee fluide e sinuose. Il frontale è caratterizzato da una griglia a serranda attiva e da sottili fari a LED. Il profilo è slanciato e sportivo, con cerchi in lega da 21 pollici. Il posteriore è dominato da un ampio lunotto e da un paraurti con diffusore integrato.

Prestazioni e autonomia:

La SU7 Max è spinta da due motori elettrici che erogano una potenza complessiva di 664 cavalli. L’accelerazione da 0 a 100 km/h è di soli 3,9 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 265 km/h. L’autonomia dichiarata è di 530 km nel ciclo WLTC, grazie alla batteria da 101 kWh.

Tecnologia e dotazioni:

La SU7 Max è dotata di un’architettura elettrica da 800 volt, che consente di ricaricare la batteria da 10% a 80% in soli 20 minuti. La tecnologia di bordo include sospensioni pneumatiche con ammortizzatori adattivi, griglia a serranda attiva, aletteone posteriore attivo e un sistema di guida autonoma di livello 3.

Prezzo e uscita:

La Xiaomi SU7 Max è disponibile in Cina a un prezzo a partire da 70.000 euro. L’uscita sul mercato europeo è prevista per il quarto trimestre del 2024.

Considerazioni finali:

La Xiaomi SU7 Max rappresenta una sfida alle supercar tradizionali. Con un design accattivante, prestazioni da urlo e un’autonomia elevata, la SU7 Max è una berlina elettrica che non passa inosservata. Il prezzo competitivo potrebbe renderla un’alternativa interessante per chi è alla ricerca di una vettura elettrica di alta gamma.

Cosa ne pensi della Xiaomi SU7 Max? Ti piacerebbe provarla?

Lascia un commento qui sotto e facci sapere la tua opinione!

Tecno Phantom Ultimate!

0

Hover Air X1: Il Selfie Drone per Tutti – Recensione Completa

L’Hover Air X1 è un drone tascabile progettato per rendere i selfie aerei facili e divertenti per tutti. Con un design sicuro e intuitivo, è perfetto per principianti e creatori di contenuti che desiderano riprese aeree mozzafiato senza la complessità di un drone tradizionale.

Caratteristiche Principali:

  • Decollo e atterraggio dal palmo della mano: Basta lanciare l’Air X1 in aria e si stabilizzerà automaticamente. Per atterrare, basta posizionare il palmo della mano sotto di esso e si poserà delicatamente.
  • Modalità di volo intelligenti: L’Air X1 offre diverse modalità di volo intelligenti, tra cui:
    • Follow Me: Il drone ti seguirà automaticamente, mantenendoti al centro dell’inquadratura.
    • Orbit: Il drone volerà in cerchio attorno a te, offrendo una ripresa panoramica.
    • Waypoint: Imposta fino a 3 waypoint e il drone volerà autonomamente tra di essi, catturando riprese da diverse angolazioni.
  • Foto e video HD: L’Air X1 cattura foto da 12MP e video 2.7K a 30fps, offrendo una qualità d’immagine eccezionale.
  • Sicuro e portatile: Le eliche dell’Air X1 sono completamente protette da una gabbia, rendendolo sicuro da usare in qualsiasi ambiente. Inoltre, è pieghevole e ultraleggero, rendendolo facile da trasportare ovunque.

Prestazioni:

L’Air X1 è un drone agile e stabile, facile da controllare anche per i principianti. Le modalità di volo intelligenti rendono la creazione di riprese aeree creative un gioco da ragazzi. La qualità dell’immagine è buona per un drone di questa fascia di prezzo, con foto da 12MP e video 2.7K a 30fps. La durata di volo è di circa 10 minuti, il che è nella media per un drone tascabile.

Punti di forza:

  • Facile da usare: L’Air X1 è progettato per essere utilizzato da chiunque, anche da chi non ha mai pilotato un drone prima.
  • Sicuro: Le eliche protette e il design leggero lo rendono sicuro da usare in qualsiasi ambiente.
  • Portatile: Le dimensioni compatte e il peso leggero lo rendono facile da trasportare ovunque.
  • Modalità di volo intelligenti: Offrono una varietà di riprese creative.
  • Foto e video di alta qualità: Immagini e video di alta qualità per stupire i tuoi amici e follower.
  • Prezzo accessibile: Un’opzione interessante per chi vuole provare il brivido di volare con un drone.

Punti di debolezza:

  • Durata di volo breve: La batteria dura solo circa 10 minuti con una singola carica.
  • Mancanza di sensori per evitare gli ostacoli: È importante prestare attenzione all’ambiente circostante durante il volo.
  • Qualità video non eccezionale in condizioni di scarsa illuminazione: La qualità video cala in condizioni di scarsa luminosità.

Confronto con la concorrenza:

L’Air X1 si confronta bene con altri droni tascabili come il DJI Mavic Mini, il Ryze Tello e il Parrot Bebop 2 Power. Il Mavic Mini offre una migliore qualità dell’immagine e una maggiore durata di volo, ma ha un prezzo più elevato. Il Tello è più economico, ma ha meno funzionalità. Il Bebop 2 Power è un buon compromesso tra prezzo e prestazioni, ma è un po’ più grande e pesante dell’Air X1.

Conclusione:

L’Hover Air X1 è un’ottima scelta per principianti e creatori di contenuti che desiderano un drone facile da usare e sicuro per realizzare selfie aerei mozzafiato. Le sue dimensioni compatte, la sua facilità d’uso, le sue modalità di volo intelligenti e il suo prezzo accessibile lo rendono un compagno ideale per le tue avventure. La breve durata di volo e la mancanza di sensori per evitare gli ostacoli potrebbero essere un problema per alcuni utenti, ma non ne pregiudicano l’utilizzo per la maggior parte degli utenti.

LE AUTO PIÙ AFFIDABILI SECONDO JD POWER: LE GIAPPONESI DOMINANO, DELUSIONE AUDI E VW

0

Ogni anno J.D. Power stila la classifica delle auto più affidabili del mercato americano e anche in questo 2024 non si è fatta attendere. Analizziamo dunque i dati relativi al nuovo 2024 U.S. Vehicle Dependability Studyquali sono i marchi più affidabili del momento?

Per stilare la sua classifica, e assegnare i punteggi ai vari brand del mercato, J.D. Power non analizza il grado di soddisfazione degli utenti americani ma i vari problemi segnalati dei modelli più venduti. Scopriamo così che per il secondo anno consecutivo è Lexus a spuntarla con un punteggio di 135 (l’indice PP100 indica i problemi segnalati ogni 100 veicoli, dunque chi ha il punteggio più basso “vince”). Segue a ruota Toyota con 147, un eccellente risultato – dunque – per i marchi giapponesi. Il Sol Levante si fa notare anche grazie a Mazda e Kia, rispettivamente a 185 e 187.

Buoni risultati anche per Porsche (175), BMW e Jeep, dentro la Top 10 pari merito con 190. 190 è anche la media totale del mercato americano, media che viene ampiamente superata (in negativo, ahinoi) da Hyundai, Nissan, Genesis, Honda, Mercedes-Benz, Ford e Volvo. Nelle posizioni più basse della classifica troviamo addirittura Volkswagen, Land Rover, Audi e Chrysler (310). Fuori classifica, per così dire, Tesla: l’azienda di Elon Musk ha ottenuto 252, non rientra però in lista poiché non rispetta alcuni dei parametri chiave di J.D. Power.

Poche sorprese dunque rispetto alla classifica pubblicata da Consumer Reports a fine 2023, che vedeva sempre Lexus e Toyota nelle prime posizioni. Nelle ultime invece, in quel caso, vi erano Rivian, Mercedes-Benz e Chrysler.

Recensione della Sphere di Las Vegas

0

Questo video è offerto in collaborazione con RINGCONN, per acquistarlo questo il link: https://urltiger.com/ndzji

La Sphere di Las Vegas è un’innovativa struttura sferica inaugurata nel 2023 che offre un’esperienza di intrattenimento completamente nuova e coinvolgente. Con un diametro di 87 metri e uno schermo LED ad alta risoluzione che si estende per 16.000 metri quadrati, la Sphere è in grado di proiettare immagini e video di altissima qualità, creando un’atmosfera immersiva e unica.

Pro:

  • Esperienza immersiva: La Sphere offre un’esperienza di intrattenimento completamente immersiva grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia come la proiezione a 360 gradi e l’audio surround.
  • Versatilità: La struttura può ospitare una varietà di eventi, tra cui concerti, spettacoli teatrali, proiezioni di film, eventi sportivi e conferenze.
  • Qualità audio e video: La Sphere vanta un sistema audio e video di altissima qualità, che garantisce un’esperienza sensoriale unica e coinvolgente.
  • Design avveniristico: L’architettura stessa della Sphere è un capolavoro di design e ingegneria, che rende la struttura un’attrazione iconica nel panorama di Las Vegas.

Contro:

  • Costo elevato: I biglietti per gli eventi alla Sphere possono essere piuttosto costosi, soprattutto per i concerti di artisti di fama internazionale.
  • Numero limitato di eventi: Al momento, il numero di eventi proposti è ancora limitato, anche se la programmazione è in continua espansione.

In sintesi:

La Sphere di Las Vegas è una struttura innovativa e futuristica che offre un’esperienza di intrattenimento unica e coinvolgente. Nonostante il costo elevato e il numero ancora limitato di eventi, la Sphere rappresenta una tappa obbligata per gli amanti della tecnologia e delle esperienze immersive.

In definitiva, la Sphere di Las Vegas rappresenta un’esperienza innovativa e coinvolgente che vale la pena provare, soprattutto per gli amanti della tecnologia e delle nuove frontiere dell’intrattenimento.

Esordio italiano per la nuova ë-C3: il manifesto di Citroën per la mobilità elettrica accessibile a tutti

0

Dopo essersi mostrata a Sanremo nella settimana del Festival della canzone italiana, a conferma della sua vocazione popolare, la nuova Citroën ë-C3 arriva allo showroom Citroën, che presenta in anteprima un’innovativa corporate identity, presso lo Stellantis & You di via Gattamelata.
È l’elettrica per tutti grazie alla formula “Elettrico Sociale Citroën” e agli incentivi statali di recente approvazione e prossima applicazione: anticipo zero, un canone mensile da 49 euro al mese – TAN 3,3% – e Wallbox inclusa.
La nuova Citroën ë-C3 racchiude, in dimensioni compatte – 401 cm –, tutti i capisaldi della marca. Si parte dalla semplicità della gamma, che si esprime nei due allestimenti You – listino, 23.900 euro – e Max – 28.400 euro –: questa proposta intuitiva agevola la vendita in concessionaria e il selling on line, grazie a un percorso intuitivo per il cliente. Inoltre, la razionalizzazione della gamma garantisce prezzi di vendita più bassi grazie all’ottimizzazione della produzione, degli approvvigionamenti e di tutti i flussi logistici.

Le dichiarazioni di Giovanni Falcone, Managing Director​ Citroën Italia
“L’accessibilità dei veicoli è sempre stata un tratto distintivo di Citroën. Tuttavia, le preferenze dei clienti per i veicoli del segmento B stanno evolvendo, con una maggiore inclinazione verso SUV e una crescente richiesta di propulsione elettrica nelle città. Queste nuove aspettative rappresentano una sfida per i costruttori europei, che Citroën affronta con la Nuova ë-C3, un’auto completamente elettrica pensata per il mercato europeo e che si rivolge proprio al cuore del mercato. Si tratta di un modello innovativo, moderno e confortevole, realizzato con cura in Europa, che ci aiuterà a crescere nel nostro processo di elettrificazione. Un percorso che ci ha già portato risultati lusinghieri del secondo semestre 2023 e del gennaio appena concluso”.

Le dichiarazioni di Laurent Diot, Enlarged Europe Senior Vice President
“Citroën è sempre stato un brand innovatore e particolarmente attento alle persone e alle loro esigenze di mobilità. La sua storia comprende una serie di modelli iconici che tutti ricordiamo per l’importanza che ciascuno di essi ha avuto nella vita di chi li ha utilizzati. Questo è il nostro DNA e oggi siamo riusciti a esprimere il posizionamento del marchio in 4 parole, che traducono 4 valori chiave per Citroën. Possiamo quindi dire che Citroën è: Semplice, Sostenibile, Confortevole, Audace.
Semplice, perché ci concentriamo sulle persone e su ciò che è essenziale per loro sostenibile; sostenibile perché ci impegniamo a ridurre l’impatto ambientale della produzione e dell’utilizzo dei nostri veicoli, confortevole, che sarà sicuramente la caratteristica che tutti i nostri clienti associano al marchio Citroën e infine audace, perché siamo in grado di innovare presentando soluzioni “fuori dagli schemi” che si traducono in chiari vantaggi per i nostri clienti. E ancora una volta, nel 2024, Citroën punta in grande e combina tutto questo lavoro di rinnovamento dell’immagine con un’offensiva di prodotto di cui qui oggi abbiamo il modello più rappresentativo”.

Le dichiarazioni di Alessandro Musumeci, direttore marketing Citroën Italia
“Citroën lancia la Nuova ë-C3 con una proposta unica e rivoluzionaria capace di rendere accessibile a tutti la mobilità elettrica grazie alla formula “Elettrico Sociale Citroën”: un canone mensile da 49 euro al mese e tasso agevolato al TAN 3,3% grazie ai vantaggi Citroën e agli incentivi statali di recente approvazione e prossima applicazione Ma non solo: l’elettrico sociale vuole anche semplificare l’esperienza elettrica dei clienti Citroën integrando nell’offerta la wallbox per la ricarica domestica, che consente inoltre un costo inferiore della ricarica. Tutto in ë-C3 è all’insegna della semplicità e della flessibilità: una gamma semplice e razionale, un configuratore on line, che noi chiamiamo non-configuratore, che in pochi minuti e otto click consente di ordinare la vettura e una formula che consente di scegliere se riscattare, sostituire o restituire la vettura”.

Nuova Citroën ë-C3 in sintesi
Semplicità e accessibilità, dunque, ma anche comfort, come da tradizione: nuova ë-C3 propone per la prima volta le famose sospensioni Citroën Advanced Comfort® abbinate ai nuovi sedili Citroën Advanced Comfort®. ë-C3 100% elettrica si spinge ancora oltre, con zero rumore e zero vibrazioni per una guida senza stress. Scegliere nuova ë-C3, poi, è anche una scelta di sostenibilità: utilizza un pacco batterie LFP (litio ferro fosfato) da 44 kWh per garantire un’autonomia di guida fino a 320 km nel ciclo WLTP. La capacità di ricarica rapida a corrente continua da 100 kW consente di passare dal 20 all’80% della capacità in 26 minuti.
La ricarica standard a corrente alternata, dal 20% all’80%, richiede circa 4h10 utilizzando una potenza di 7kW, o 2h50 se è disponibile una potenza di 11kW. L’accesso alle strutture di ricarica a corrente alternata sia domestiche che pubbliche è facile grazie al cavo Mode 3 fornito in dotazione, ideale per la ricarica regolare a casa tramite una Wallbox e per le stazioni di ricarica pubbliche. Il cavo consente una ricarica da una Wallbox monofase da 7,4 kW o trifase da 11 kW. Il caricatore di bordo da 11 kW (trifase) è disponibile su entrambe le versioni al prezzo di 400 euro. Con il suo motore da 83 kW (113 CV) e il cambio completamente automatico che consente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 11 secondi e una velocità massima di 135 km/h, Nuova ë-C3 offre potenza e prestazioni ragguardevoli per affrontare la guida quotidiana e il traffico, segnatamente negli ambienti urbani e suburbani, a emissioni zero.
E infine, la nuova ë-C3 soddisfa anche il quarto valore di Citroën, l’audacia, introducendo il nuovo logo ovale e un audace linguaggio stilistico caratterizzato da linee verticali e orizzontali contrastanti. Questo design distintivo è evidente nel frontale più alto e verticale con il grande logo ovale e le griglie nere lucide, così come nei proiettori anteriori e posteriori a tre livelli. Il profilo laterale presenta linee scolpite che catturano la luce, mentre il posteriore presenta una scultura tecnica con un logo ovale e gruppi ottici che richiamano il design frontale. Le ruote grandi contribuiscono a una sensazione di stabilità, tutto racchiuso in un veicolo compatto di soli 4,01 m di lunghezza e 1,76 m di larghezza.

La nuova identità dello showroom Citroën presso lo Stellantis & You
Non solo: insieme alla nuova ë-C3 debutta in esclusiva mondiale la nuova identità di marca espressa dagli showroom. I nuovi spazi espositivi sono una forte espressione del posizionamento di Citroën vuole essere: fresco, moderno, popolare, semplice, audace. I colori, la grafica e i materiali aggiungono impatto, e i messaggi chiave della marca sono chiave con poche parole chiave, utilizzando grandi caratteri. Gli spazi sono progettati per creare un’atmosfera conviviale. La nuova architettura concepita per gli showroom Citroën fa parte di un approccio globale che riguarderà coerentemente tutti gli aspetti della comunicazione, declinata sui toni del rosso, espressione di energia e modernità. Il logo grafico ovale, poi, rivela orgogliosamente la riconoscibilità e l’appartenenza. Dal punto di vista dell’accoglienza, gli spazi riflettono il comfort tipico di ogni creazione Citroën: esprimono benessere attraverso materiali e spazi di pensiero caldi e conviviali.

Polestar presenta l’edizione 2024 del Design Contest in collaborazione con Hot Wheels

0

Polestar, il marchio svedese di veicoli
elettrici ad alte prestazioni, presenta il suo Design Contest 2024 in collaborazione con il
marchio Hot Wheels di Mattel, uno tra i brand di giocattoli più venduti al mondo. Il contest di
quest’anno chiede ai partecipanti di stupire e affascinare i giudici con progetti ispirati ai
sogni dell’infanzia. Coniugando il distintivo DNA del design di Polestar con la loro
concezione della più recente Hot Wheels da collezione, si preannuncia l’edizione più
ambiziosa del Polestar Design Contest.


Il progetto vincitore entrerà a far parte dell’offerta Hot Wheels, disponibile per l’acquisto in
tutto il mondo, come primo veicolo Hot Wheels x Polestar ad essere prodotto all’interno di
una più ampia collaborazione con i modelli di produzione Polestar.
I partecipanti sono incoraggiati a essere il più fantasiosi possibile e a spingersi oltre i limiti
delle prestazioni e del design del veicolo nella loro presentazione finale. L’unico requisito è
che Mattel sia in grado di tradurre il progetto finale in un veicolo pressofuso Hot Wheels in
scala 1:64 e che le immagini che mostrano il design interno del veicolo e l’ambiente
circostante siano incluse nel progetto.


Maximilian Missoni, Head of Design di Polestar, ha dichiarato: “I sogni hanno il potere di
ispirarci e di trasportarci al di là di ciò che pensiamo sia possibile. Questa è un’occasione
per tutti i designer partecipanti di spingersi davvero oltre il limite di Polestar e di dare sfogo
alla propria immaginazione”.
In linea con la storia di collaborazione del contest, i partecipanti selezionati prima della fase
finale, sia dai professionisti del design Polestar che da quelli di Hot Wheels, saranno seguiti
individualmente dal team di design Polestar per perfezionare i loro progetti presentati in
vista della selezione finale.
Lanciato nel 2020, il Polestar Design Contest sfida gli aspiranti designer, sia professionisti
che studenti, a creare visioni entusiasmanti in linea con il marchio e il design Polestar. 

Fin dalla prima edizione, il concorso ha messo in luce i migliori talenti di tutto il mondo e molti
degli studenti sono andati a lavorare per il team Polestar Design o nel più ampio settore del
design professionale.

“Sia Polestar che Hot Wheels dedicano tempo, energia e abilità per garantire che il design
sia al centro dei nostri veicoli”, ha dichiarato Ted Wu, vicepresidente e Global Head del
design dei veicoli di Mattel. 

“Il team di design di Hot Wheels ha sempre messo in
discussione l’approccio convenzionale e il Polestar Design Contest permette alla comunità
dei designer di mettere in mostra le proprie capacità e di stupirci con qualcosa che non
abbiamo mai visto prima, e non vediamo l’ora di vedere le proposte presentate.”


Fin dall’inizio, il Polestar Design Contest ha presentato una varietà di veicoli e concetti
all’avanguardia, attirando le iscrizioni di studenti e designer professionisti di tutto il mondo.
Tra i progetti vi sono un’auto che affronta l’inquinamento locale con filtri dell’aria visibili a
bordo e all’esterno, un dirigibile elettrico e ad elio, protesi a molla in supporto alla
camminata e KOJA, la casa sull’albero micro­spaziale del designer finlandese Kristian
Talvitie, che ha preso vita in scala reale alla rinomata Fiskars Art & Design Biennale in
Finlandia.


Nel 2023, Polestar ha fatto debuttare la concept car Synergy, vincitrice del tema
Performance del concorso, durante l’IAA di Monaco, seguita dalla tappa dell’Hot Wheels
Legends Tour di Mattel a El Segundo, in California. La supercar elettrica monoposto è una
storia di collaborazione e di design, con due vincitori per il design degli esterni e degli
interni selezionati tra oltre 600 proposte iniziali, che hanno poi trascorso sei mesi a lavorare
insieme al team di progettazione Polestar per trasformare tre sogni distinti in una realtà
coesa.


Juan Pablo Bernal, Interior Design Manager di Polestar, fondatore del Polestar Design
Contest e curatore della pagina Instagram @polestardesigncommunity, commenta: “Credo
che la collaborazione di quest’anno con Hot Wheels stimolerà la community di designer a
lavorare al di fuori delle loro tradizionali zone di comfort, bilanciando l’essenza minimalista
del marchio Polestar con l’estetica estrema di Hot Wheels”. Ma se da un lato ci aspettiamo
alcune delle candidature più all’avanguardia, dall’altro non ci aspettiamo di essere meno
ispirati dalla qualità, dalla quantità e dalla diversità delle candidature che riceveremo”.


Le iscrizioni al concorso si aprono il 5 marzo 2024 e il termine ultimo per la presentazione è
il 16 aprile 2024. Polestar prevede di rivelare il vincitore del concorso nel quarto trimestre
del 2024.

ThinkReality: la tua porta verso il futuro del lavoro

0

Lenovo ThinkReality è una piattaforma completa di realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR) pensata per l’utilizzo professionale. Offre una gamma di prodotti hardware e software che spaziano da smart glasses a visori VR, con l’obiettivo di migliorare la produttività, la collaborazione e la formazione in vari settori. Diamo un’occhiata più da vicino ai suoi punti di forza e di debolezza.

Pro:

  • Hardware versatile: ThinkReality offre diverse soluzioni hardware per soddisfare diverse esigenze. Gli smart glasses ThinkReality A3 sono leggeri e comodi, adatti per attività AR sovrapposte al mondo reale, mentre il visore VRX ThinkReality offre un’esperienza VR immersiva per formazione, simulazione e progettazione.
  • Piattaforma software completa: ThinkReality Platform fornisce un ambiente di sviluppo per la creazione di applicazioni AR e VR personalizzate, consentendo alle aziende di adattare la tecnologia alle proprie necessità specifiche.
  • Casi d’uso diversi: ThinkReality è già utilizzata in vari settori con successo, tra cui sanità, produzione, istruzione, ingegneria e manutenzione. I casi d’uso spaziano dalla formazione chirurgica alla collaborazione remota, dimostrando la versatilità della piattaforma.
  • Sicurezza e gestione: Lenovo pone particolare attenzione alla sicurezza e alla facilità di gestione per gli amministratori IT, con funzionalità di gestione centralizzata dei dispositivi e delle applicazioni.

Contro:

  • Costo: La tecnologia AR e VR è ancora relativamente costosa, e ThinkReality non fa eccezione. L’investimento iniziale in hardware e software potrebbe essere proibitivo per alcune aziende.
  • Applicazioni limitate: Sebbene la piattaforma sia in continua evoluzione, il numero di applicazioni AR e VR disponibili per uso professionale è ancora limitato rispetto alle controparti consumer.
  • Curva di apprendimento: Implementare e utilizzare efficacemente ThinkReality richiede una certa preparazione e formazione, sia per gli sviluppatori che per gli utenti finali.
  • Preoccupazioni sulla privacy: L’utilizzo di tecnologie immersive solleva questioni sulla privacy dei dati e sulla sicurezza, che le aziende devono considerare attentamente prima dell’implementazione.

In sintesi:

Lenovo ThinkReality è una piattaforma potente e versatile con il potenziale di trasformare il modo in cui le aziende operano. Tuttavia, il costo elevato, le applicazioni limitate e la curva di apprendimento potrebbero rappresentare ostacoli per alcune aziende. Prima di investire in ThinkReality, è fondamentale valutare attentamente i propri casi d’uso specifici, le risorse disponibili e le possibili sfide.

Inoltre, ti consiglio di considerare quanto segue:

  • Quali sono le tue esigenze specifiche? Che tipo di attività speri di migliorare con ThinkReality?
  • Qual è il tuo budget? Puoi permetterti l’investimento iniziale e i costi continui di hardware, software e formazione?
  • Quali sono le competenze tecniche disponibili nella tua azienda? Hai le risorse interne per sviluppare e gestire applicazioni AR e VR?
  • Quali sono le preoccupazioni relative alla privacy e alla sicurezza? Hai predisposto le misure adeguate per proteggere i dati sensibili?

Valutando attentamente questi fattori, puoi prendere una decisione informata sull’opportunità di investire in Lenovo ThinkReality e sfruttare il potenziale della realtà aumentata e virtuale per la tua azienda.